12 marzo, 2007

Diario
Venerdì, 9 marzo 2007
Pomeriggio, in treno


Telefonate

Ele: LadyD sto partendo e c’ho il magone, l’ansia. La preoccupazione di non saper cosa raccontare ai miei, di vederli infastiditi, di non sapere come comportarmi.
LadyD: è normale che sia così e non saprei nemmeno cosa dirti per farti star meglio.
Ma il punto è…
Ele: già, qual è il punto?
LadyD: il punto Ele è sempre quello. Si tratta della tua vita, solo tua.

NonConvivente: Ti racconto questa perché muori dal ridere..
Ele: addirittura? Dai sentiamo…
NonConvivente: Mi ha telefonato SegretariaSvampita e mi ha detto NonConvivente quando puoi chiama il Sig. Rossi che ti ha cercato.
Il disappunto mi è uscito spontaneo: Oh che bocchino ‘sto qua.
E lei tutta agitata mi ha risposto No No!! Ho detto Rossi, non Bocchino!!

NonConvivente: Sono allibito!
Ele: Che ti è successo ora?
NonConvivente: Mentre ero in palestra che ti fissavo l’appuntamento è arrivata una signora ecuadoregna incazzata come una pantera che si è venuta a lamentare con la receptionist sai perché??
Ele: Ehm..
NonConvivente:te lo dico io perché. Si lamentava che la figlia venisse in palestra ormai da 6 mesi e non fosse dimagrita abbastanza. Era furiosa perché ha detto che lei sta investendo un sacco sulla figlia, che quest’anno non va neppure a scuola per concentrarsi meglio sulla palestra e su un corso di recitazione perché deve fare la velina..

5 commenti:

laTit ha detto...

haahhahhahhahhahha

bei personaggi Lei e il suo non convivente!

hahhahhahha

Ele ha detto...

e questo è niente!! ahahaha
siamo pazzerelli ecco sissiisisi

Acer ha detto...

magari la picola ecuadoregna ha il culo come J.Lo. e vuole dimagrire!

Ho commentato, eh?

ivy ha detto...

già già... la velina...
che si può volere di più dalla vita?

spin ha detto...

hem hum...tra Mr bocchino e la Velina sono sempre più scioccata da questa città.
oh santo cielo!!!