27 ottobre, 2008

CRONOLOGICAMENTE

Il venerdì sera è scivolato via allegramente, chiacchierando con Althea e cucinando. E' stata una bella serata, di quelle in cui ti trovi a confrontarti con un'amica su punti di vista e pensieri. Ho ascoltato, e riflettutto sulle persone.
Ci son cose che non capirò mai, altre che non voglio capire.
Ma tant'è.

Il sabato è stato un mix strano.

La versione Verdina brava massaia di casa ha fatto tutte le lavatrici arretrate della settimana (4 per la precisione!!), si è cucinata un'orata al forno ed è andata alla Coop a fare la spesa. In vespetta, aggiungerei. Che sì, è una notiziona perchè ho pure portanto un sacchetto enorme nella pedana e insomma, questi son progressi.

La versione Verdina presa da raptus maniacale ha fatto si che la dispensa venisse messa sottosopra nel tentativo di ripristinare un ordine logico alle scatole del "Tutto per i regali", "Garanzie varie", "Roba di Cesare", "Solo candele e incensi", "Natale e altre festività".
Non paga, ha di nuovo inforcato la vespetta (ormai che lo dico a fare, c'ho preso gusto!) e si è diretta inesorabile all'Ikea, da cui è uscita con altra fornitura completa di scatole ad hoc per riporre le scarpe. La scarpiera del NonConvivente non si poteva più vedere.

La versione Verdina responsabile del NonCaneCesare è stata un'avventura.
L'assenza del NonConvivente e la contemporanea malattia del NonSuocero l'hanno infatti resa responsabile dei bisogni fisiologici del cagnone che sì, è bravo e buono, ma si trasforma in un indemoniato peloso che tira a più non posso, scatta alla sola presenza felina e lasciatemelo dire anche se un pò fa schifo: caga.
Caga proporzionalmente alla sua mole.
E se non lo sapete il NonCane Cesare pesa quasi 50Kg. Portare fuori il cagnone almeno 4 volte al giorno in questo week end è stato frutto di minuziosi ragionamenti sugli orari migliori per uscire, corrispondenti a quelli in cui la maggior parte della gente è invece in casa, onde evitare incontri con altri sventurati a passeggio con i rispettivi cani che non avrei saputo gestire. Me la sono cavata con un ematoma alla caviglia per l'improvviso avvicinamento di un gatto kamikaze che ha fatto scattare il Noncane Cesare alla velocità di una saetta e spiacciacato la sottoscritta nel muretto dell'aiuola. Ma poteva andare moooooolto peggio.

La sera, la versione Verdina adesso ci godiamo un pò di meritato riposo, si è viziata alla grande. Ha inforcato il pigiama del NonConvivente che gli mancava un sacco e si è spaparanzata sul divano con ben due film scelti nel pomeriggio da Blockbuster:Next e La ricerca della felicità. Ligia alle prescrizioni mediche però, non s'è nemmeno goduta uno dei meravigliosi cioccolatini amorevolmente procurati da LadyD.

Ieri, invece, è stato il GDay.
Ovvero, l'arrivo dei GenitoriDiVerdina.

Ma questa è un'altra storia.

8 commenti:

bstevens ha detto...

...aspettiamo anche questa, di G-storia, dunque!!!

Lucy ha detto...

Beh... non male mi sembra no?
(Ohhh... che tenera che hai indossato il pigiamone del non-Convivente... :-) )

Verde ha detto...

BSTEVENS, mi sa che potrò scrivere un intero romanzo in realtà!!

LUCY, non male no..fino a domenica!! per il pigiama ehm ecco..lui me l'aveva vietato con apposito messaggio lasciato sul tavolo il giorno della partenza..ma è stato più forte di me :-)))

Lucy ha detto...

Ahi.. il traGday?
Senti... stai scherzando, vero, che ti ha lasciato l'apposito messaggio dicendoti di non farlo... :-s

Althea ha detto...

Ti ha vietato di indossare il suo pigiama? NonConvivente così mi perdi 100 punti!!!
Non si fa :(

Verde ha detto...

LUCY, ALTHEA me l'ha vietato sì...ma era un tono scherzozo per prendermi in giro...non era una cosa tassativa :-)

MyP ha detto...

L'ultimo GDay era spassosissimo ... quindi attendo con ansia "l'altra storia"!!!
;-)
Un bacioooooo
MyP

Miss Vaniglia ha detto...

Da ridere tanto, cara Verdina, il tuo post ...
Questa cosa poi del MrBean, al traino del "ferocissimo" Non-Cane Cesare ...

Per le tue "storie in vespetta" beh ... mi sembra di vederti ... anzi, di vedermi! ... quando presa dall'entusiasmo andavo alla basko e uscivo con tanta di quella roba che lo scoter sembrava una carretta del mare, carico di viveri, i sacchetti traboccanti dai lati e il bauletto che non si chiude (tanto se perdo la cartaigienica non si fa male nessuno, vero?)
... ahahahahaa ...
ora però sto uscendo dal tunnel, cerco di fare poca spesina per volta, anche se ogni tanto non tengo mica tanto conto del peso specifico di latte e succhi di frutta, e allora ... sono riconoscibilissima: quella che si trascina veso il portone!
;-D