13 maggio, 2008

UNA GIORNATA SPECIALE

Il pomeriggio prima l’avevo trascorso indossando e togliendo tutte le mise che mi ero portata da casa, chiedendo imperterrita ai GenitoriVerdini se per l’occasione fosse meglio il pantalone con la camicia, o se potevo scegliere la gonna con la maglia divertente, se la scarpa era più elegante del sabot o se il mocassino si intonasse di più alla borsa.

Alla fine l’ho chiesto pure a lei, la QuasiNipotina di cui avrei fatto la madrina il giorno dopo.
“Tesoro, cosa dici… preferisci che mi metta i pantaloni o la gonna?”

Lei, dall’alto dei suoi 13 anni, mi ha guardata come si fa quando ti senti fare le domanda più ovvia del mondo ed è stata chiarissima “mettiti quello con cui ti senti meglio.”

Quando , il giorno dopo, l’affettuosa e vivacissima sorella minore di QuasiNipotina mi è corsa in contro sulla porta e ha sgranato gli occhioni “È la prima volta che ti vedo con la gonna!! “ ho pensato che, forse, avrei fatto meglio ad accettare il suggerimento di QuasiNipotina.

Da quel momento, tutto è iniziato a scorrere velocemente,l’ingranaggio si è messo in moto e, come se accompagnare quella ragazzina a fare la Cresima fosse la cosa più normale del mondo, mi son travata a camminare con lei verso il sagrato della Chiesa già pieno di fanciulli, padrini e madrine che tra chiacchiere gioiose, saluti e strette di mano aspettavano il momento per entrare.

Sorridevo guardando la mia QuasiNipotina correre verso i suoi amici e mostrare orgogliosa le Converse lilla che tanto aveva desiderato, la ascoltavo mentre sciorinava i nomi dei suoi compagni di classe e mi raccontava le storie famigliari di ognuno “Quello lì ha come padrino il fratello che ha 9 anni più di lui, la ragazza bionda in fondo alla fila, invece, è nata in Irlanda e la sua madrina è inglese, e lui, quello con gli occhiali, ha come madrina la zia…”

È stato quando abbiamo iniziato a camminare in fila, Cresimanda davanti e madrina dietro, che mi son davvero resa conto che stava per accadere, sarei entrata in quella Chiesa, avrei seguito con lei tutta la messa e le avrei promesso davanti a tutti di prendermi cura di lei se ne avesse avuto bisogno.

Per avere me accanto in quel momento lei aveva avuto il coraggio di sfidare nonni e zio, che le avevano detto chiaro e tondo che se io fossi stata la sua madrina loro non avrebbero preso parte alla Cresima.

Così, mentre un po’ mi tremavano le gambe entrando in Chiesa al pensiero che forse qualcuno, lì in mezzo, mi stava guardando con disprezzo, ho pensato alla sua tenacia e al suo entusiasmo, e ho sentito nascere un sorriso, quello che mi ha accompagnato per tutta la giornata.

Ti voglio bene QuasiNipotina, tanto quanto tu non immagini nemmeno.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

che belle parole!!!


NonStoZitta

Acer ha detto...

Ma davvero zio e nonno hanno fatto il ricatto ?
...e poi lo hanno mantenuto ?
(com'è lo smile Occhi Sgranati' ?)

Verde ha detto...

Smack NONSTOZITTA, e su con il morale...

Si ACER, l'hanno mantenuto...niente nonni e niente zio alla cena...poi se erano in chiesa davvero non lo so...

medusa ha detto...

sono rimasta veramente impressionata dalla maturità della cresimanda!!
"vieni come ti senti meglio"?
ma se io non sono così "grande" manco a 36 anni!
O__o"

La_Spin ha detto...

io non so il motivo però cazzo che nonni di merda!
L'importante è la felicità della nipote....
mamma mia...

Anonimo ha detto...

non conosco i vostri motivi, ma ho anch'io a che fare con una nonna e una zia che hanno deciso di cancellare me e la mia famiglia dalle loro vite per stupide ripicche..fa male ma la vita va avanti lo stesso..
Verdiana

Anonimo ha detto...

Dimenticavo.. tanti tanti auguri alla quasinipotina!
V.

MyP ha detto...

Nonni e zio dovrebbero solo vergognarsi.
Difficile da credere che non sia all'altezza dell'impegno preso, ma soprattutto incredibile pensare di avere il coraggio di dire ad una ragazzina di 13 anni: "O noi o lei!!!".
Tanto di cappello alla QuasiNipotina già fortissima di carattere a quell'età.
E auguri anche alla supermadrina!!!
:-)

Lucy ha detto...

Ah ecco, vedo che anche gli altri commenti sono esterefatti sul comportamento di nonni e zio.
Però in effetti... magari anni fa... eri andata a casa loro e avevi portato via tutte le tazzine da caffè! ;-)
Bacioni, sarai stata stupenda come madrina!!! Sono sicura anche senza conoscerti! (certo che tu... situazioni normali mai, eh?)

laGiusy ha detto...

cacchio che responsabilità!

cioè ma adesso quando dovrà fare un mutuo verranno a chiedere a te di fare da garante?


laGiusy

laGiusy ha detto...

LA PADRINA

ammazza io ci farei un film

Miss Vaniglia ha detto...

ovvero: quando i legami profondi vanno oltre i vincoli ...
Verdina, sei un orgoglio di quasizia, e la tua quasinipotina ha dimostrato una coraggiosa coerenza con i propri sentimenti ...
così come dovremmo cercare di essere tutti!
siete proprio una bella coppietta voi due, vè!