07 febbraio, 2006

LA STREGA VERDE


Lo so, lo so cosa state pensando!!
La ele ha bevuto “questa cosa” della foto…e s’è ubriacata.
Ora, a parte che non capisco perché abbiate questa bassa opinione di me, ma in secondo luogo questa non è una cosa! È la Strega verde!!!!
Insomma, martedì scorso sono andata con gli amici a Nervi, in un locale che si chiama Le streghe…cercavo qualcosa da bere, che NON FOSSE ALCOLICO, perché io brava, io cerco di non mangiare troppe porcherie e bere troppi alcolici in questo periodo (io faccio una fatica matta).
Così leggendo faticosamente il listino, cercavo qualcosa che non fosse elencato tra cocktail, long drinks (ma poi, di preciso, la differenza qual è?? io ignorante sigh) e birre…
Ormai sconsolata vedo la Strega verde!
Bè, è o non è destino??? Con un nome così non ho nemmeno letto cosa ci fosse dentro e l’ho ordinata…mi sono ritrovata con succo d’ananas, kiwi e mela verde abilmente mescolati in bicchiere decorato con fettina d’ananas, appunto, e ciliegina rossa rossa di quelle che sembrano tanto plastica e sono dolci che più dolci non si può.
Però buono.
Magari non dietetico, ecco, ma buono.
E mentre io sorseggiavo c’era Karaoke a palla.
Ho degli amici mica male, Quelochecapita ha riesumato vecchia canzone di Renga che conosco molto bene (io ascoltavo sempre quando lui era ancora quasi sconosciuto si si, poi ho smesso quando si è messo con la Ambra che io non sopporto, no no).
Anche LaSuperSimo e amica hanno cantato bene bene una canzone della Pausini (che in effetti io non adoro, ma loro brave sì).
Per quanto mi riguarda, bè... non mi sono cimentata con microfono in mano e chitarrista-pianista-strumentista per evitare che le vetrate del locale andassero in frantumi.

1 commento:

La mukkaindaffarata ha detto...

W le ciliegine da cocktail!
Sappiamo tutti che si tratta di un composto di plastica, gomma, coloranti, zucchero di canna, marja, grasso di balena, acido da batterie, melassa industriale, idrogeno, sale marino, lubrificante per ingranaggi, sgrassante generico per impieghi chimici, carne di dodo, ossa di stecosauro, vernice densa per segnaletica stradale, corteccia di baobab, orina di gabbiano, combustibile per razzi, due pizzichi di peperoncino e sale Q.B.
Ma sono irresistibili.
(Ci avete fatto caso che pure il picciolo è rosso?)